Relazione Gestione finanziaria febbraio 2021

30 marzo 2021
relazione gestione covid19

A febbraio nei mercati è tornata la preoccupazione a causa del nuovo aumento dei contagi e di una campagna vaccinale partita non in maniera omogenea con grandi numeri in paesi come USA, UK, Israele, mentre rimane debole in Europa. Questo ha portato ad un rialzo della volatilità di mercato che non ha inciso sull’andamento positivo del mese con gli investitori che continuano ad essere positivi sulla ripresa.

Discorso diverso per l’obbligazionario, che proprio a causa della ripresa economica, ha fatto nascere aspettative inflazionistiche negli USA. Ciò ha suscitato il timore che la Fed potesse ridimensionare il proprio programma di acquisto di obbligazioni. I rendimenti dei Treasury a più lunga scadenza sono saliti, trascinando tutto il comparto e mettendo pressione alle obbligazioni che nel mese hanno perso sulle loro quotazioni.

Nel frattempo, in Europa lo spread BTD/Bund, dopo che Draghi ha sciolto la riserva ed accettato l’incarico di premier, è sceso sotto la soglia dei 100 punti toccando i 95bp.

 

Leggi la Relazione sulla gestione finanziaria febbraio 2021