Pensioni e Covid, tutte le ripercussioni

28 luglio 2020
pensioni

Il Covid ha avuto influenze in ogni ambito, e quello delle pensioni non ne è certo esente. Uno studio riportato dal Sole 24 Ore di Elaborazioni Aon ha stimato le pensioni annue lorde Inps al 2021 inserendo diverse variabili causate dal Covid.
Vediamone i risultati.

Le variabili da tenere in considerazione

Aon ha svolto la stima delle pensioni annue lorde supponendo alcune ipotesi di base:
-    Lavoratori iscritti all’Inps all’età di 25 anni
-    Retribuzione annua lorda in valore reale 2020 nel primo anno di servizio: € 15.000
-    Retribuzione annua lorda in valore reale 2020 nell’ultimo anno di servizio: € 30.000
-    Incremento retributivo costante nel corso dell’attività lavorativa
-    Incremento futuro del Pil dell’1,0% in termini reali
In base a queste ipotesi, sono stati esaminati lavoratori ideali di 30, 40, 50 e 60 anni di età e sono stati applicati alcuni effetti negativi causati dal Covid ma anche già previsti dalle disposizioni precedenti.
I principali effetti presi in considerazione sono stati: la revisione dei coefficienti introdotti dal 1 gennaio 2021 per l’applicazione del metodo contributivo stabilito dall’Inps; il probabile calo del Pil di quest’anno; eventuali periodi di inoccupazione di cui molti lavoratori sono stati colpiti a causa della pandemia.

I risultati dell’analisi

Gli effetti più rilevanti sulle prestazioni finali risultano essere determinati dalla riduzione del Pil, che comporta un calo della prestazione di circa il 4%. Il periodo di inoccupazione incide sulla prestazione per l’1% mentre la revisione dei coefficiente solo dello 0,5%.


La scelta di un Fondo pensione integrativo

Forse mai come in questo periodo emerge l’importanza di avere un Fondo pensione integrativo, come Perseo Sirio.
Avere una rendita integrativa permette di affrontare con maggiore serenità periodi imprevedibili e di difficoltà, assicurando un futuro più sereno. Essere socio di un Fondo come Perseo Sirio permette, inoltre, di scegliere al momento del pensionamento la rendita vitalizia, cioè la dilazione del capitale accumulato negli anni, permettendo di avere complessivamente una pensione mensile più elevata, mantenendo lo stesso tenore di vita che si aveva durante il periodo lavorativo.