Pensione e giovani: quanto è importante la previdenza complementare

Data notizia 16 febbraio 2022

Alla luce dei contratti lavorativi che i giovani sottoscrivono e in prospettiva di una pensione che sarà probabilmente molto bassa, diventa sempre più evidente che la previdenza complementare è un elemento fondamentale.

Milano Finanza ha intervistato Antonello Orlando, esperto della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, il quale ha sottolineato che “la previdenza complementare è l’unico ingrediente fondamentale per poter costruire una rendita robusta”.

Sono indubbi i vantaggi di aderire ad un fondo pensione in giovane età:

  • la deducibilità fiscale, che permette di dedurre fino a € 5.164,57 annui;
  • una tassazione futura sempre più leggera, dato che le rendite di secondo pilastro hanno una tassazione secca;
  • i rendimenti finanziari, che variano a seconda del comparto di adesione scelto.

Tuttavia affinché sempre più giovani scelgano di investire in un fondo pensione complementare è fondamentale che il Governo si impegni ad attivare strumenti che rendano l’adesione sempre più accattivante. Un ottimo aiuto in questo senso sarebbe l’ampliamento delle soglie di deducibilità annuali, soprattutto per chi fa associare anche i propri familiari, creando una sorta di sistema di bonus proporzionale al numero di familiari associati.