Educazione finanziaria: nuova materia nelle scuole

Data notizia 28 luglio 2021
educazione fnanziaria

È evidente come le nuove generazioni siano le più colpite da un incerto futuro pensionistico. Questo a causa del ritardato ingresso nel mondo del lavoro, delle basse retribuzioni e dei nuovi contratti spesso caratterizzati dalla precarietà.

Proprio per questo è fondamentale che siano proprio i giovani ad avere per primi la consapevolezza dell’importanza della costruzione di un futuro pensionistico solido.

L’introduzione nelle scuole di una nuova materia, l’educazione finanziaria, ha lo scopo di elevare il livello di alfabetizzazione nelle discipline economiche e far familiarizzare i ragazzi con le nozioni base della finanza.

È stato così avviato in Commissione Istruzione al Senato l’iter per l’approvazione del disegno di legge che introduce nelle scuole l’educazione finanziaria.

È il senatore di Forza Italia Dario Damiani ad annunciare la novità, in quanto primo firmatario della richiesta, insieme al collega Mauro Marino di Italia Viva che ha presentato una proposta simile. Lo scopo ora è quello di accorpare le due proposte in un unico testo.

“Conoscere le nozioni base di finanza è indispensabile per imparare fin da subito a gestire le proprie risorse economiche e soprattutto a non cadere vittime di potenziali raggiri” hanno affermato i due senatori.

Porre basi solide dunque, per fare in modo che i giovani crescano con un bagaglio culturale ampio e utile nella propria vita.