2021: in crescita la Previdenza Complementare e Perseo Sirio

Data notizia 25 maggio 2022

Il trend dei fondi pensionistici complementari è in crescita da diversi anni, ed il periodo della pandemia non è stato da meno.

“Il numero di iscritti ai fondi pensione nel nostro Paese corrisponde un totale di posizioni in essere a fine anno di circa 9,7 milioni, comprendendo anche le posizioni doppie o multiple che fanno capo allo stesso iscritto” dichiara Mario Padula, presidente della Covip. Il numero di forme pensionistiche si è progressivamente ridotto grazie ad operazioni di concentrazione soprattutto nel settore dei fondi preesistenti, cosa “da considerare con favore – sostiene Padula - in quanto consente di realizzare miglioramenti di efficienza ed economie di scala, che possono tradursi in riduzione dei costi e in innalzamento della qualità della gestione e dei servizi offerti agli iscritti”.

A fine 2021 il totale degli iscritti a previdenza complementare era di 8,8 milioni (al netto delle posizioni multiple) nonostante la pandemia, che ha avuto un impatto lieve e solo temporaneo nel complesso.

Il rallentamento delle adesioni e dei flussi contributivi, infatti, si è verificato solo nei mesi centrali del 2020, nell’apice dell’emergenza sanitaria, per poi riprendere la crescita degli anni precedenti.

Nel trend in crescita della previdenza complementare si inserisce anche Fondo Perseo Sirio, con i suoi associati che ad oggi ammontano a 103.000 persone, erano 85000 a fine 2021.