GESTIONE FINANZIARIA MAGGIO 2018

03 luglio 2018
GESTIONE FINANZIARIA MAGGIO 2018

Alla data del 31 maggio, il patrimonio in gestione è passato da 89.418.004,43 del 30 aprile 2018 a 89.653.392,03 (+ 0,26%). La percentuale di crescita del patrimonio destinato alla gestione finanziaria, al netto delle liquidazioni, è costante e negli ultimi dodici mesi è stata del 3,27 % medio mensile.

Relazione gestione finanziaria Fondo Perseo Sirio maggio 2018

Di seguito il valore della quota del Fondo alla data e la relativa variazione mensile percentuale:

ANDAMENTO QUOTA

MESE PRECEDENTE

10,902

ALLA DATA

10,707

VARIAZIONE MENSILE

-1,79%

IL COMPARTO GARANTITO

Il mese di maggio è stato un mese complicato per i titoli di Stato Italiani, che hanno registrato un calo medio dei corsi di circa il 5,20% a causa della pressione dello spread sui titoli decennali Btp/Bund. Questa pressione, seppur  percepita nei titoli corporate, soprattutto da quelli emessi da banche non è stata così marcata, infatti si è attestata su una media dell’1%. Il Comparto nel mese ha mantenuto sostanzialmente invariati i pesi nel portafoglio, ci sono stati alcuni aggiustamenti nei governativi, con nuovi acquisti anche su mercato secondario.

COMPOSIZIONE PORTAFOGLIO

LIQUIDITA'

16.678.285,16

18,60%

OBBLIGAZIONI

73.378.513,41 81,85%

AZIONI

3.741.631,45

4,17%

RATEI+RETROCESSIONI

293.003,26 0,33%
OPERAZIONI IN PENDING - 4.438.041,25 -4,95%

TOTALE

89.653.392,03 100,00%

* le operazioni in pending sono operazioni di acquisto/venduta già eseguite ma non addebitate/accreditate sul conto.

La strategia del Comparto più volte rimarcata  e sotto riportata ha protetto il patrimonio e darà la possibilità di acquistare sul mercato appena ci sarà un allentamento della tensione sullo spread:

  1. sovrappeso liquidità;
  2. sottopeso della componente obbligazionaria per timori rialzi dei tassi a causa dello spread e del possibile rialzo dell’inflazione;
  3. preferenza di titoli governativi con copertura dall’inflazione (inflation linked);
  4. preferenza acquisti sul mercato primario, così da avere tassi aggiornati e patrimonio protetto dai rialzi dei tassi, visto il rialzo dello spread ed il caso dei corsi dei titoli si aprono possibilità anche sul mercato secondario che non vengono ignorate;
  5. sottopeso dell’azionario viste: la forte crescita dei periodi precedenti e le possibili conseguenze di politiche restrittive USA.

Nella componente obbligazionaria è proseguita una manutenzione del portafoglio, senza grandi interventi


Per saperne di più 

Leggi la Relazione alla Gestione finanziaria - maggio 2018 di Perseo Sirio