GESTIONE FINANZIARIA GIUGNO 2018

31 luglio 2018
GESTIONE FINANZIARIA GIUGNO 2018

Alla data del 30 giugno (di seguito anche solo “DATA”), il patrimonio in gestione è passato da 89.654.208,46,03 del 31 maggio 2018 a 92.821.576,77 (+ 3,53%). La percentuale di crescita del patrimonio destinato alla gestione finanziaria, al netto delle liquidazioni è costante e negli ultimi dodici mesi è stata del 2,78 % medio mensile.

Patrimonio Perso Sirio Giugno 2018

Di seguito il valore della quota del Fondo alla data e la relativa variazione mensile percentuale:

ANDAMENTO QUOTA

MESE PRECEDENTE

10,707

ALLA DATA

10,761

VARIAZIONE MENSILE

0,50%

IL COMPARTO GARANTITO

Il patrimonio nel mese di giugno è tornato a crescere. Lo spread anche se più alto rispetto a prima delle elezioni politiche italiane si è stabilizzato intorno ai 240pb, in calo rispetto a fine maggio (superiore a 300pb), rimanendo comunque il più alto dei paesi UE del mediterraneo. La pressione sullo spread rimane alta a causa dei timori dei mercati riguardo alle decisioni che l’esecutivo potrebbe assumere e che al momento il Ministro dell’Economia è riuscito ad arginare, soprattutto politiche espansive promesse in campagna elettorale e che fanno parte del contratto di Governo, che se attuate, secondo gli analisti, potrebbero incidere sulla sostenibilità del debito pubblico nel lungo periodo.

Nella relazione di maggio 2018, avevamo dichiarato la strategia del portafoglio con le seguenti parole:

“La strategia del Comparto sotto riportata ha protetto il patrimonio e darà la possibilità di acquistare sul mercato appena ci sarà un allentamento della tensione sullo spread:

  1. sovrappeso liquidità;
  2. sottopeso della componente obbligazionaria per timori rialzi dei tassi a causa dello spread e del possibile rialzo dell’inflazione;
  3. preferenza di titoli governativi con copertura dall’inflazione (inflation linked);
  4. preferenza acquisti sul mercato primario, così da avere tassi aggiornati e patrimonio protetto dai rialzi dei tassi, visto il rialzo dello spread ed il caso dei corsi dei titoli si aprono possibilità anche sul mercato secondario che non vengono ignorate;
  5. sottopeso dell’azionario visto: la forte crescita dei periodi precedenti e le possibili conseguenze delle politiche restrittive USA.”

Nel mese di giugno è stato raggiunto un primo obiettivo della strategia, infatti è stata utilizzata gran parte della liquidità in sovrappeso per approfittare dei cali del mese precedente. Ora il portafoglio ha un allineamento al benchmark, i sotto pesi sono sensibilmente diminuiti. Alla data la composizione del portafoglio per macro asset è la seguente:

 

COMPOSIZIONE PORTAFOGLIO

LIQUIDITA'

1.773.279,46

1,91%

OBBLIGAZIONI

86.951.117,41

93,68%

AZIONI

3.725.696,95

4,01%

RATEI+RETROCESSIONI

371.482,95

0,40%

OPERAZIONI IN PENDING

_ 0,00%

TOTALE

92.821.576,77

100,00%

* le operazioni in pending sono operazioni di acquisto/venduta già eseguite ma non addebitate/accreditate sul conto.

La componente obbligazionaria è cresciuta del 26,49%. La parte maggiore di questo incremento la troviamo nei governativi Italia, che tra acquisti di nuovi titoli e aumento tramite acquisti, dei già presenti in portafoglio è stata incrementata del 38,95%.


Per saperne di più 

Leggi la Relazione alla Gestione finanziaria - giugno 2018 di Perseo Sirio