Gestione finanziaria

I versamenti confluiscono in conti individuali intestati ai singoli iscritti a Fondo Perseo Sirio e vengono investiti. Al momento del pensionamento sono restituiti con i rendimenti maturati grazie agli investimenti.
Fondo Perseo Sirio ha avviato dal 2015 una propria gestione finanziaria in mono-comparto con una gestione con garanzia di restituzione del capitale.
Il Fondo definisce la composizione del portafoglio per tipologia di titoli (obbligazioni statali e aziendali e azioni) e per aree geografiche.
Il gestore è UnipolSai (consulta la convenzione). Il controllo del gestore è compito del Fondo che, al suo interno, si è dotato di una specifica funzione finanziaria.

Comparto Garanzia

Il comparto è destinato ad accogliere prevalentemente i contributi dei lavoratori e dei datori degli aderenti. Quindi la gestione finanziaria rivaluta solo i contributi e il conferimento del T.F.R. per i dipendenti del settore privato. Per i Dipendenti Pubblici invece, la rivalutazione della contribuzione figurativa (quota TFR destinata al Fondo e incentivo dello Stato ex legge 449/97) ), in via transitoria, è contabilizzata da INPS-Gestione D.P., ai sensi dell’art.12, comma 1 dell’accordo quadro nazionale del 29 luglio 1999.

Il Comparto prevede la garanzia di restituzione integrale del capitale affidato in gestione, relativo alle posizioni individuali e dovrà operare al verificarsi almeno dei seguenti Eventi:

  • esercizio del diritto alla prestazione pensionistica;
  • riscatto per decesso;
  • riscatto per invalidità permanente dell’aderente che comporti la riduzione della capacità di lavoro a meno di un terzo;
  • inoccupazione oltre i 48 mesi.

Inoltre alla scadenza della convenzione, il Gestore si impegna a mettere a disposizione del Fondo un importo almeno pari alla somma dei valori e delle disponibilità conferitegli in gestione, al netto di eventuali anticipazioni e riscatti parziali.

Il benchmark del comparto come stabilito nella convenzione è stato strutturato con l’obiettivo di fornire un rendimento almeno in linea con la rivalutazione del T.F.R. e attualmente è composto dal seguente paniere di indici:

Indice BENCHMARKTicker BloombergTicker Datastream Peso
JP MORGAN ITALY 1-5 ANNIJNAEL1/5JEITCEE40%
JP MORGAN ITALY 1-3 ANNIJNAEL 1/3JEITBEE15%
JP MORGAN EGBI INVESTMENT GRADE 1-5 ANNIJNEUIR5JEIGCEE10%
BoFA MERRYL LYNCH 1-5 EURO CORPORATE INDEXMLEXPBE30%
MSCI WORLD TOTAL RETURN NET DIVIDENDNDDUWIMSWRLD$(NR)5%

L’orizzonte temporale del comparto è il breve periodo fino a 5 anni.

La gestione del comparto è “Attiva” nel rispetto delle linee di indirizzo fornite dal C.d.A. nella convenzione utilizza investimenti finalizzati al conseguimento di una crescita adeguata, stabile e compatibile con l’obiettivo del Fondo. Il Gestore può operare esclusivamente con controparti di primaria importanza che non appartengono al proprio gruppo.

Consulta l’ultima relazione alla gestione finanziaria. Al fine di comprenderla al meglio, puoi guardare il glossario finanziario.

Data Valore QuotaValore quota Perseo SirioValore quota Figurativo
gen-1310,00013,824
feb-1310,14413,862
mar-1310,28313,956
apr-1310,33114,155
mag-1310,37814,174
giu-1310,40713,927
lug-1310,44614,121
ago-1310,46714,058
set-1310,48214,203
ott-1310,49414,417
nov-1310,50414,498
dic-1310,51414,502
gen-1410,48614,554
feb-1410,49014,722
mar-1410,49214,772
apr-1410,49514,845
mag-1410,51515,008
giu-1410,51815,089
lug-1410,52015,108
ago-1410,52315,300
set-1410,52315,338
ott-1410,52415,329
nov-1410,52415,514
dic-1410,52515,548
gen-1510,52815,833
feb-1510,53216,090
mar-1510,53616,229
apr-1510,54016,124
mag-1510,54316,126
giu-1510,54615,855
lug-1510,54916,093
ago-1510,55215,783
set-1510,55415,733
ott-1510,5916,042
nov-1510,62916,177
dic-1510,58615,959
gen-1610,59515,860
feb-1610,59915,845
mar-1610,64915,963
apr-1610,64515,965
mag-1610,67616,083
giu-1610,69216,121
lug-1610,72016,288
ago-1610,72216,313
set-1610,738
16,314
ott-1610,705
16,209
nov-1610,640
16,174
dic-1610,712
16,371
gen-1710,699
16,292
feb-1710,744
16,442
mar-1710,750
16,481
apr-1710,770
16,539
mag-1710,77916,581
giu-1710,776 16,516
lug-1710,797
ago-1710,809
set-1710,825

 

Di seguito sono riportate terminologie che abitualmente troverai nelle relazioni.

QUANTITATIVE EASING: Politica di espansione monetaria adottata dalle banche centrali, che ha per scopo la crescita economica e l’occupazione. Avviene tramite l’acquisto di titoli governativi con l’obiettivo di una riduzione dei tassi d’interesse.

SPREAD: Il termine inglese in gergo finanziario indica in generale la differenza che c’è tra due valori. Nel linguaggio comune spread è passato ad indicare un differenziale molto specifico: quello tra il rendimento (cioè quanto pagano di interesse a chi li possiede) dei titoli di stato decennali italiani (i BTP) e quelli tedeschi (i Bund). Il rendimento di un titolo di stato è in sostanza una misura della solidità percepita di un paese: un rendimento basso significa che gli investitori ritengono quel paese in grado di ripagare facilmente i suoi debiti, mentre un rendimento alto significa che ci sono dei dubbi (e quindi gli investitori vogliono essere “premiati” per il rischio che si prendono). Lo spread si misura in “punti base”: un punto base è un centesimo di punto percentuale.

RATING: Valutazione della solvibilità, e quindi dell’affidabilità di società, imprese e nazioni.

T.F. : è l’acronimo di Exchange Traded Fund, un termine con il quale si identifica una particolare tipologia di fondo d’investimento o Sicav con due principali caratteristiche:

  • è negoziato in Borsa come un’azione;
  • ha come unico obiettivo d’investimento quello di replicare l’indice al quale si riferisce (benchmark) attraverso una gestione totalmente passiva.

Un E.T.F. riassume in sé le caratteristiche proprie di un fondo e di un’azione, consentendo agli investitori di sfruttare i punti di forza di entrambi gli strumenti:

    • diversificazione e riduzione del rischio proprie dei fondi;
    • flessibilità e trasparenza informativa della negoziazione in tempo reale delle azioni.

E.V: Acronimo di tracking error volatility misura la volatilità della differenza tra il rendimento del fondo pensione e il rendimento del benchmark. Tale differenza è tanto maggiore (in negativo o in positivo) quanto più il gestore ha tentato di battere il benchmark, sovrappesando/sottopesando alcuni titoli piuttosto che altri. Un valore della T.E.V. elevata indica una gestione attiva del fondo di investimento da parte del gestore (sostanzialmente il gestore ha cercato di battere il benchmark e non di replicarlo).

DURATION: La durata o vita residua di un titolo. La duration di un portafoglio è la media di queste, considerando anche quanto ogni singolo titolo pesa percentualmente sul patrimonio.

VOLATILITA’: Misura della variazione percentuale del prezzo di uno strumento finanziario nel corso del tempo. La volatilità di un portafoglio è la media di queste, considerando anche quanto ogni singolo titolo pesa percentualmente sul patrimonio.

A.R.: Acronimo di Valore a Rischio, indica la potenziale perdita del portafoglio in un certo periodo di tempo (nel caso del Fondo 10gg) con una confidenza del 99%.

BETA: Rappresenta quanto il Gestore si discosta dall’indice di riferimento, quindi quanto una gestione è “attiva” un beta =1 vuol dire che il gestore copia fedelmente l’indice (gestione passiva), più si allontana verso lo zero e più la gestione è attiva. Un beta negativo, significa che il gestore sta facendo scelte in contrapposizione all’indice.

AREA UTENTI

In questa sezione Soci e Amministrazioni possono accedere, inserendo username e password, alla propria area riservata.