Informazioni generali

In questa sezione puoi trovare una serie di risposte alle domande più frequenti che ci sono pervenute nel tempo.
Clicca sulla domanda per leggerne la risposta.
E se non trovi la domanda che cerchi, scrivici qui.

Informazioni

Sono Associazioni senza scopo di lucro, cui si aderisce volontariamente, regolati dalla legge 252 del 2005 e dai contratti di lavoro nazionali. Aderendo si dà inizio alla costruzione di un risparmio, in cui l’aderente versa (su un conto personale) minimo l’1% della sua retribuzione mensile, ottenendo in automatico un altro 1% dall’Amministrazione di appartenenza. A queste voci si aggiungono il versamento figurativo del Tfr/Tfs e i rendimenti finanziari nel momento in cui Perseo Sirio, avvierà l’investimento delle contribuzioni raccolte.
Con questi atti l’aderente ottiene, a seconda della durata dei suoi versamenti, un risparmio a condizioni vantaggiose o, in aggiunta, la disponibilità di una rendita con la quale integrare la pensione pubblica.

Perseo Sirio è il Fondo pensione complementare iscritto all’Albo Covip con il n. 164, costituito nella forma di associazione riconosciuta e operante in regime di contribuzione definita, cioè l’entità della prestazione pensionistica è determinata in funzione della contribuzione effettuata e dei relativi rendimenti.
Nasce con l’obiettivo di permettere ai lavoratori di costruire, giorno per giorno, una pensione complementare a quella obbligatoria per affrontare con più serenità il periodo post-lavorativo.
A tale scopo Perseo raccoglie i contributi, gestisce le risorse ed eroga le prestazioni.
La natura associativa e senza scopo di lucro del Fondo garantisce ai suoi aderenti che le attività siano eseguite nell’esclusivo interesse degli aderenti.

La normativa di legge e quella secondaria impongono linee guida e norme alquanto stringenti, a tutela degli interessi degli aderenti e delle finalità previdenziali alla base della costituzione dei Fondi.

Il Fondo si è dotato di un comparto d’investimento con Garanzia di rendimento, ovvero all’aderente deve essere fornita, qualora lo richieda, la certezza della restituzione del capitale versato, secondo quanto stabilito nella convenzione sottoscritta con Unipol-Sai SpA (vedi Gestione Finanziaria).

Inoltre, il Fondo si doterà di un secondo comparto d’investimento di tipo Bilanciato (con una quota di azioni tra il 20 e il 30%). Infine il Fondo potrà inserire criteri di “sostenibilità sociale” nei criteri di acquisizione dei titoli.

In ogni caso l’attività d’investimento dei Fondi si caratterizza per un’elevata diversificazione (numerica, geografica e societaria) degli stessi, in modo da evitare concentrazioni del rischio. Finora i risultati dell’insieme dei Fondi negoziali hanno mantenuto le promesse.

Esistono due livelli di controllo sull’operato del fondo pensione. Il livello esterno, comune a tutto il sistema di previdenza complementare, fa capo alla Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (Covip). Il livello interno, specifico di ciascun fondo pensione negoziale, fa capo al Collegio dei Sindaci e alla funzione di Controllo Interno. Sia il Collegio dei Sindaci che il Responsabile della funzione di controllo interno effettuano una costante vigilanza sull’amministrazione e sull’osservanza delle norme da parte del fondo pensione.

Iscrivendoti al Fondo, per tutto il 2017 puoi usufruire di un assicurazione sanitaria integrativa di base per grandi interventi chirurgici, attività di prevenzione e guardia medica. Per qualsiasi informazione, è possibile rivolgersi direttamente a RBM Previmedical. Scopri di più qui.

Adesione

Sono destinatari del Fondo tutti i lavoratori dipendenti ai quali si applicano i contratti di lavoro nazionali sottoscritti dai soggetti sindacali e all’Aran delle Regioni e Autonomie Locali e Sanità, dei Ministeri, degli Enti pubblici non economici, della Presidenza del Consiglio dei ministri, nonché per l’Enac e per il Cnel, e per le relative aree dirigenziali, assunti con una delle seguenti tipologie di contratto: a tempo indeterminato; part-time a tempo indeterminato; a tempo determinato anche part-time, e ogni altra tipologia di rapporto di lavoro flessibile, secondo la disciplina legislativa e contrattuale vigente nel tempo, di durata pari o superiore a tre mesi continuativi. I lavoratori dipendenti dall’Agenzia del Demanio, i lavoratori dipendenti dalle Agenzie Fiscali, Università, Sperimentazione e Ricerca (che hanno già sottoscritto apposito accordo). Possono altresì aderire, con apposito accordo tra Organizzazioni sindacali e Aran, le seguenti categorie: lavoratori di enti privatizzati o di servizi esternalizzati secondo l’ordinamento vigente; lavoratori dipendenti della Coni spa e di Federazioni sportive.

Come è noto la normativa applicata ai Fondi pensione del pubblico impiego fa riferimento a un Decreto lgs. diverso da quello applicato ai Fondi dei settori privati: nel primo caso si tratta del Decreto lgs. n. 124/1993, nel secondo caso il decreto originario (appunto il n.124) è stato rivisto e sostituito dal n.252/2005.
Venendo al merito della sua domanda, anticipazioni possono essere richieste dai lavoratori pubblici per il totale o per parte della posizione accumulata presso il Fondo (ovvero il contributo del lavoratore e del datore di lavoro, più gli eventuali rendimenti derivanti dagli investimenti finanziari, quando questi saranno avviati) trascorsi 8 anni di iscrizione al Fondo, nei seguenti casi:
– acquisto o ristrutturazione della prima casa per sé o per i figli;
– spese sanitarie per terapie e interventi straordinari;
– spese per congedi per la formazione e formazione continua.

E’ il valore corrispondente al totale della contribuzione versata (contributi del datore di lavoro e contributi del lavoratore) al fondo e dei rendimenti realizzati, al netto delle spese. Tale ammontare è comunicato ufficialmente a ciascun iscritto attraverso la comunicazione periodica annualmente inviata agli aderenti ed è verificabile on line mediante accesso all’area riservata agli iscritti.

Chi ha un contratto a tempo determinato è sicuramente in Tfr. Per chi ha un contratto a tempo indeterminato lo spartiacque è il 31-12-2000. Prima del 31-12 si è in Tfs (Trattamento di fine servizio), dopo in Tfr (Trattamento di fine rapporto). In caso di decorrenza economica diversa dalla decorrenza giuridica va presa in considerazione la decorrenza giuridica del contratto.

Il Trattamento di fine servizio (Tfs) si differenzia dal trattamento di fine rapporto (Tfr) per le modalità di calcolo. Il Tfs è pari all’80% dell’ultima retribuzione utile moltiplicata per gli anni di servizio. Il Tfr, invece, corrisponde all’accantonamento di una quota del salario corrisposto (6,91%), calcolata sulla retribuzione utile, e rivalutato, anno dopo anno, sulla base del 75% del tasso d’inflazione più un 1,5% fisso. Ci sono, inoltre, alcune differenze rispetto al trattamento fiscale delle prestazioni.

No. In costanza dei requisiti di partecipazione a Perseo Sirio non è possibile recedere dall’iscrizione né richiedere il riscatto della posizione maturata. È possibile tuttavia, in particolari circostanze, richiedere una anticipazione delle somme versate a titolo di contribuzione del lavoratore e del datore di lavoro;sospendere la contribuzione; trasferire la posizione individuale presso altra forma pensionistica complementare. In tali ultimi due casi, però, non si ha diritto all’1% del datore di lavoro.

Prima di tutto accertarti di aver maturato i requisiti richiesti dall’altro Fondo per il trasferimento presso un’altra forma pensionistica, poi seguirai le istruzioni dettate dall’altro Fondo per presentare la domanda. Il Fondo cedente informerà Perseo Sirio della richiesta presentata dall’associato. A questo punto Perseo Sirio procederà ad autorizzare il trasferimento in ingresso e resterà in attesa di ricevere il bonifico con il relativo dettaglio necessario per riconciliare l’importo sulla posizione dell’iscritto.

Si. Perseo Sirio dà l’opportunità ai lavoratori a tempo determinato di costituirsi una posizione previdenziale complementare in modo tale da non perdere questi periodi di lavoro ai fini previdenziali, purché il contratto di lavoro abbia una durata pari o superiore a 3 mesi.
E’ importante tenere presente che il dipendente pubblico assunto con contratto a tempo determinato potrà iscriversi a condizione che la sottoscrizione avvenga almeno 3 mesi prima dalla scadenza del contratto.

No. Hanno diritto al contributo dell’Amministrazione esclusivamente i lavoratori che si iscrivono a Perseo Sirio.

Qualora l’iscritto dovesse perdere o cambiare lavoro, passando ad un’Amministrazione che appartenga ad altri comparti pubblici o privati è possibile: trasferire l’intera posizione maturata presso Perseosirio (Fps) al Fondo pensione relativo alla nuova attività lavorativa; trasferire la propria posizione individuale ad una forma pensionistica individuale (Fpa o Pip); riscattare l’intera posizione maturata; mantenere la posizione individuale presso Sirio in assenza di contribuzione; mantenere la posizione individuale presso il Fondo Perseo Sirio e continuare a contribuire dopo il pensionamento.

Posizione individuale

Questi dati sono disponibili nella tua posizione individuale. Tali quote sono calcolate dall’INPS, che le comunica al Fondo, il quale, non appena ne riceve comunicazione, aggiorna tutte le informazioni dell’associato.

La gestione finanziaria mono-comparto ti garantisce la certezza della restituzione del capitale versato. Nella convenzione utilizza investimenti finalizzati al conseguimento di una crescita adeguata, stabile e compatibile con l’obiettivo del Fondo. Il Fondo definisce la composizione del portafoglio per tipologia di titoli (obbligazioni statali e aziendali e azioni) e per aree geografiche.

AREA UTENTI

In questa sezione Soci e Amministrazioni possono accedere, inserendo username e password, alla propria area riservata.